ORARIO INVERNALE
Lun-Ven 8.15 - 12.15 / 13.00 - 18.30
Sab 9.00 - 13.00 / 15.30 - 19.00

Coordinate ermeneutiche di Diritto Amministrativo

HomeNegozioLibriEsami di StatoCoordinate ermeneutiche di Diritto Amministrativo
Coordinate ermeneutiche di Diritto Amministrativo

Coordinate ermeneutiche di diritto amministrativo per l’esame d’avvocato.

Le “Coordinate ermeneutiche di Diritto Amministrativo” si propongono di fornire, in modo chiaro e innovativo, una chiave di lettura di una materia in continua evoluzione, che dopo un anno dall’ultima edizione sembra quasi stravolta nella sua struttura. Il principio di legalità è in progressiva crisi e deve fare i conti con l’innovativo strumento di regolazione flessibile, costituito dalle linee guida. Il tema della soggettività pubblica è oggetto di profonda rivisitazione: l’esercizio privato di pubbliche funzioni, da eccezione, è ormai divenuta la regola, e l’ente pubblico, a dispetto della sua necessaria tipicità, si definisce in concreto e diventa versatile e cangiante. Le società pubbliche sono finalmente oggetto di una disciplina organica che sostituisce la caotica normativa alluvionale del passato. Le Autorità Indipendenti continuano a rappresentare l’esempio più riuscito di Stato regolatore, con particolare riguardo all’Anac. Nell’era della semplificazione, la SCIA è di nuovo mutata, con l’ingresso anche della SCIA “unica”, così come la conferenza di servizi, che sembra razionalizzata e riordinata, ma solo il futuro potrà rivelare l’utilità del modello (ordinario) diacronico. Il silenzio assenso tra pp.aa. sembra rappresentare il nuovo modulo di gestione dei rapporti orizzontali, capace di prevalere anche sulla conferenza di servizi. I rapporti verticali (tra p.a. e privati) sono ispirati da “un nuovo paradigma” che vede imporre all’amministrazione termini decadenziali di azione per salvaguardare l’affidamento maturato dai privati, nel segno della certezza delle situazioni giuridiche. Accanto a quest’ultimo valore, e alla già evidenziata semplificazione, emerge sempre più forte l’esigenza di garantire la trasparenza, che culmina nel diritto di accesso generalizzato introdotto con il d.lgs. n. 97/2016. E, quindi, ancora un diritto amministrativo in divenire. Non si fa in tempo a riflettere sulla modifica che interessa un istituto che già si deve pensare all’evoluzione che verrà. All’interprete, quindi, spetta raccogliere la sfida che il “nuovo” diritto amministrativo lancia ogni giorno, complice anche l’assenza di una completa opera di codificazione. Il presente manuale registra queste tendenze e fornisce un prezioso strumento a chi si accinge ad uno studio sistematico, approfondito e trasversale del diritto amministrativo, quanto mai utile per gli addetti ai lavori e per gli studenti che si accingono ai concorsi nelle magistrature e nelle avvocature.

Aut. M. Santise

Ed. G.Giappichelli Editore, Terza edizione

ISBN. 9788892107878

€ 59,00

Tel. 030 8775291 - Cell. 393 7425974
Via San Faustino 64/B - 25122 Brescia